Facebooktwittergoogle_pluslinkedin

Nei prossimi 12 dodici mesi Volvo realizzerà una delle più grandi campagne di selezione di professionisti. La forte spinta all’innovazione e lo sviluppo di tecnologie di ultima generazione nell’ambito della sicurezza sono alla base di questa iniziativa.

“Ingegneri elettronici. Volvo intende assumere circa 400 ingegneri nei prossimi 12 mesi, soprattutto nell’area dello sviluppo software. La maggior parte delle nuove posizioni sarà basata nel quartier generale della sede a Göteborg, in Svezia, dov’è presente anche la divisione Ricerca & Sviluppo. Inoltre, il gruppo automobilistico è in procinto di aprire un nuovo centro di R&D nel polo universitario di Lund, nel Sud del Paese, dove già a settembre dovrebbero iniziare a lavorare i primi 35 dipendenti. Lund è la sede di un’università internazionale rinomata, poco distante da Malmö – la terza città per dimensioni della Svezia – e anche dalla capitale danese Copenhagen.

Hub automotive. Con questa massiccia operazione di assunzioni la Casa intende rafforzare ulteriormente il comparto automotive in Svezia e trasformare l’area in una sorta di hub per il software engineering, continuando a investire sulle nuove tecnologie per l’automotive del futuro. Già all’inizio di agosto il gruppo aveva annunciato unanuova partnership con Uber per sviluppare assieme una nuova generazione di auto a guida autonoma, oltre all’intenzione di portare avanti progetti pilota di vetture che si guidano da sole a Londra e in Cina sulla scia del lancio del suo progetto Drive Me, in programma per l’anno prossimo.

Obiettivo sicurezza ed elettrificazione. L’azienda continua a sviluppare nuovi sistemi di sicurezza, settore in cui l’ingegneria del software riveste un ruolo crescente. Anche in termini di elettrificazione, Volvo è uno dei produttori più impegnati sul fronte delle vetture ibride plug-in: nei piani per il futuro c’è l’intenzione di offrire una variante ibrida plug-in per ogni nuovo modello, con la sostituzione dell’intero portfolio di prodotti nei prossimi anni, a cui si aggiungerà, entro il 2019, il primo di una serie di veicoli completamente elettrici.”

Articolo realizzato da: http://www.quattroruote.it/news